San Severo, vasta operazione dei carabinieri: perquisizioni e arresti

San Severo, vasta operazione dei carabinieri: perquisizioni e arresti

SAN SEVERO – Nel corso della settimana i militari dell’Arma hanno eseguito su tutto il territorio una vasta e capillare operazione di polizia giudiziaria attuando decine di perquisizioni nei confronti di soggetti noti alle Forze dell’Ordine, posti di blocco e controlli a esercizi pubblici frequentati da pregiudicati.
Nell’ambito dell’operazione i carabinieri hanno proceduto all’arresto di due individui, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I controlli sono scattati a seguito di alcune segnalazioni circa il continuo viavai di persone presso due abitazione del centro di Lesina. Al termine di alcuni giorni di appostamento e osservazione i militari hanno fatto irruzione all’interno delle abitazioni di D.A.G. (1992) e C.C.A. (1988).
Dal primo i militari hanno trovato 5 dosi di cocaina, diverse bustine per il confezionamento in dosi dello stupefacente e numerose banconote di piccolo taglio, verosimilmente provento dell’attività di cessione. Nella seconda abitazione sono stati invece sequestrati circa 15 grammi di cocaina, 45 grammi di hashish e 15 grammi di marijuana, oltre a un bilancino di precisione, taglierini e materiale per il confezionamento della droga. Entrambi sono stati dichiarati in arresto e tradotti presso il carcere di Foggia in attesa della convalida.

Per evasione, poi, è stato arrestato Ferrecchia Riccardo (1956). L’uomo, che si trovava sottoposto agli arresti domiciliari, è stato sorpreso dai militari fuori dalla propria abitazione. Dichiarato in arresto l’uomo è stato nuovamente sottoposto al regime domiciliare.

E’ stato invece portato in carcere Nardella Vincenzo (1964). L’uomo è stato raggiunto dai carabinieri che hanno dato esecuzione a un ordine di carcerazione per i reati di detenzione illegale di arma e riciclaggio. L’uomo dovrà scontare una pena di 4 anni e 4 mesi.

Infine, i militari hanno proceduto anche all’arresto di Luciani Giovanni (1978), nei cui confronti i carabinieri hanno eseguito un ordine di carcerazione per furto aggravato. L’arrestato è stato tradotto in carcere, dove dovrà scontare una pena di 3 mesi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display