Sannicandro G.co, violenza sulle donne: terzo incontro dell’Udc

Sannicandro G.co, violenza sulle donne: terzo incontro dell’Udc

Sannicandro G.co – Terzo appuntamento con gli incontri territoriali promossi dall’Udc. Dopo Vico del Gargano e Ischitella, il 24 novembre sarà la volta di Sannicandro Garganico che ospiterà nella sala consiliare di palazzo Zaccagnino, a partire dalle 18.30, il convegno “Non è tutto amore – violenza sulle donne”.
L’appuntamento sarà aperto dai saluti di Pier Paolo Gualano, sindaco di Sannicandro Garganico; di Costantino Ciavarella, segretario cittadino dell’Udc e dell’on. Angelo Cera, segretario provinciale dell’Udc. Seguirà intervento di Maura Di Salvia, commissaria provinciale Pari opportunità Udc.
Gli interventi degli esperti, moderati da Costanza Di Leo, saranno affidati a Francesca Vegere, coordinatrice del centro antiviolenza dell’Ambito Territoriale di San Marco in Lamis, che traccerà un bilancio dello sportello antiviolenza a un anno dalla sua attivazione. Seguirà l’intervento di Daniela Focchino, psicologa, che tratterà il tema “aspetti psicologici e violenza”. Prevista anche una testimonianza di vita a cura dell’Associazione “Una rosa per un sorriso”.
La conclusione sarà affidata a Napoleone Cera, presidente Gruppo Popolari Regione Puglia, che traccerà un profilo degli interventi legislativi e delle politiche regionali attivate contro la violenza sulle donne.
Intanto, ha riscosso grande partecipazione l’ultimo dibattito svoltosi ad Ischitella che ha trattato il tema della fragilità minorile che, come ha ricordato Stefano Atzori, segretario cittadino dell’UdC è «Strettamente legata alla decrescita sociale, ovvero al senso civico e alle politiche educative capaci di contrastare fenomeni sempre più devianti come il bullismo, che minano la stessa coesione sociale tra i giovani e che rischiano di radicare processi di esclusione sociale. Un chiaro antidoto contro questa prospettiva è il dialogo, il costante confronto con i giovani e con le loro problematiche. Per questo l’incontro di Ischitella è stato orientato soprattutto ai giovani, e presto partiranno iniziative mirate nelle scuole per affrontare, anche da un punto di vista didattico, i temi del disagio giovanile.»