Trinitapoli, calci e pugni ai genitori: arrestato

E’ accusato di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e tentata estorsione

 

 

TRINITAPOLI – Al culmine dell’ennesima lite familiare, per futili motivi, ha aggredito con calci e pugni i genitori procurando loro varie lesioni, giudicate guaribili con prognosi di tre giorni. Per questo motivo i carabinieri hanno arrestato Antonio Santarella, 36enne, accusato di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e tentata estorsione in flagranza di reato. Il pronto intervento dei militari ha evitato conseguenze più gravi.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+