Trinitapoli, quattro arresti dei carabinieri

Tra gli indagati un giovane per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

 

TRINITAPOLI –  Un pusher di 22 anni, Alessandro Cellamaro, è stato arrestato dai carabinieri. Presso l’abitazione del giovane nel Comune di Cerignola, i militari hanno rinvenuto 81 grammi di hashish, 10 grammi di marijuana, tre piantine, 40 semi canapa indiana, tutto l’occorrente per il confezionamento delle singole dosi (un bilancino di precisione, nastro adesivo e cellophane) e la somma contante di 490 euro, ritenuta provento dell’attività di spaccio.
Arrestato in flagranza di reato Mauro Antonio Urbano, 63enne, per minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo recatosi presso la stazione carabinieri, dicendo di volere sporgere denuncia di furto, per futili motivi, ha rivolto parole minacciose e ha aggredito i militari presenti in caserma. Il 63enne ha beneficiato dei domiciliari.
Su ordine dell’autorità giudiziaria, sono stati arrestati Vincenzo Musciolà, 25enne, dovendo espiare la pena residua di 8 mesi e 24 giorni di reclusione, per furto in abitazione in concorso, commesso il 10 dicembre 2012 e Nadia El Haddad, 35enne marocchina, dovendo espiare pena residua di 8 mesi di reclusione, per lesioni personali aggravate, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale, commessi il 29 dicembre 2012.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+