Vieste, il 24 agosto c’è la “Serenata alla Tarantella” con Teresa De Sio

Vieste, il 24 agosto c’è la “Serenata alla Tarantella” con Teresa De Sio

VIESTE – Sarà Teresa De Sio l’ospite d’onore della seconda edizione della rassegna di musica popolare “Serenata alla tarantella”, in programma il 24 agosto 2017 alle 21 sulla spiaggia di Pizzomunno del lungomare Mattei a Vieste.

Teresa De Sio, da sempre attenta ricercatrice della cultura popolare garganica, proporrà il suo nuovo album “Teresa canta Pino”, definito, dalla stessa cantante, il suo “atto di devozione” nei confronti di Pino Daniele, suo amico e collega. L’artista napoletana, da sempre legata da un cordone ombelicale con il Gargano, duetterà anche con i “Cantori di Carpino” sul palco della “Serenata alla Tarantella”, proprio su quella magica spiaggia dove spicca il monolite di Pizzomunno, da sempre presente nella cultura del popolo viestano. Un momento, fortemente voluto dal Comune del centro turistico, per bissare il successo dello scorso anno. E come nella prima edizione l’evento si avvarrà di partner d’eccezione come la Regione Puglia, il Parco Nazionale del Gargano, la Confesercenti Foggia e le Ferrovie del Gargano.

Tutelare, valorizzare e promuovere la musica popolare del Gargano come “momento” tipico della tradizione locale: questi gli obiettivi dell’Associazione culturale “Serenata alla Tarantella”. «Una mission che viene confermata anche in questa seconda edizione – commenta il presidente Saverio Cota – in cui suonatori, danzatori, musicisti e appassionati si ritroveranno il 24 agosto prossimo per rivivere insieme le emozioni e i suoni delle tradizioni del Gargano, un patrimonio inestimabile da salvaguardare e diffondere alle generazioni future».

L’edizione 2017 di “Serenata alla tarantella” è dedicata ad Antonio Piccininno, patriarca della musica popolare del Gargano, scomparso nel dicembre scorso, ultimo dei tre Maestri Cantori di Carpino, di cui facevano parte anche i compianti Andrea Sacco e Antonio Maccarone.  Un secolo di vita e di passione per la musica carpinese per la quale Zi’ Nton’, come veniva chiamato, ha dato anima e corpo fino all’ultimo respiro.

I suoni della tradizione inizieranno già al mattino, alle ore 11, con uno stage aperto a tutti e dedicato alla tarantella garganica a cura dei Gruppi Folk “La V’stsen” e “Aria Sonora”. E poi in serata il concertone con “Terranima”, “Audiofolk”, “Li Sammecalere”, “I Cantori di Carpino”, “La V’stsen”, “I Cantori di San Giovanni Rotondo” e gli “Aria Sonora”

Lo spettacolo è organizzato dall’omonima Associazione culturale “Serenata alla Tarantella”, coordinato da CDP Service di San Severo.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+