Vieste, sequestrati datteri e ricci di mare

Due persone sono state multate per 2mila euro circa

 


 

 

VIESTE –  Lotta alla pesca di frodo. Notte movimentata quella di ieri per la Guardia costiera di Vieste, che ha individuato due soggetti intenti alla pesca dei ricci di mare nei pressi del porto. All’atto del controllo, il pescatore (sportivo), con il suo complice, erano in possesso di circa 700 esemplari, appena pescati, che sarebbero stati successivamente immessi sul mercato. I militari hanno, quindi, proceduto alla contestazione delle sanzioni amministrative pecuniarie, per un ammontare di 2mila euro circa e al sequestro del pescato e dell’attrezzatura utilizzata.  Nelle ore successive, inoltre, è stata individuata un’auto sospetta sul litorale sud di Vieste. Dai controlli, è emerso che due persone pescavano datteri di mare. Gli autori dell’illecito, scoperti, si sono dati alla fuga abbandonando 20 chili circa del “prezioso” mollusco che è stato prontamente sequestrato e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria, la quale ne ha disposto la reimmissione nell’ambiente marino.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+