Vieste, sigilli ad un lido

Per mancanza di servizi igienici e autorizzazioni sanitarie

 

VIESTE –  Spiagge al setaccio. Negli ultimi giorni la Guardia costiera di Vieste, in collaborazione con il personale di Peschici ha molto intensificato i controlli per verificare l’ottemperanza da parte dei concessionari delle ordinanze e della normativa vigente, sia per quello che concerne la sicurezza dei bagnanti, ma anche per verificare il corretto utilizzo degli arenili. I controlli effettuati nelle località nei pressi di Peschici hanno portato all’elevazione di tre sanzioni amministrative  per un totale di 600 euro e una denuncia penale con sequestro dell’attrezzatura per occupazione abusiva di demanio marittimo.
Lungo  il  litorale di Vieste  durante  il  sopralluogo  ad una struttura balneare  sono 
stati comminati tre verbali da oltre mille euro per violazioni dell’ordinanza balneare e la stessa è stata fatta chiudere per mancanza di servizi igienici e autorizzazioni sanitarie.
Contrasto alla pesca abusiva. E’ stato effettuato un  sequestro di diversi chili di pescato ai danni di un 
venditore ambulante, il quale non aveva rispettato le norme igienico-sanitarie di conservazione del prodotto ittico, la rintracciabilità obbligatoria,  con l’elevazione di un verbale amministrativo  e, in una seconda operazione,  sono stati sequestrati circa 200 ricci di mare, che ancora vivi, sono stati prontamente rigettati in acqua con l’ausilio della motovedetta.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+