Foggia, Gargano & Daunia per promuovere e sviluppare il territorio

Foggia, Gargano & Daunia per promuovere e sviluppare il territorio

Bellezze naturali, artistiche ed enogastronomiche i punti di forza

Foggia – Parte dal capoluogo il nuovo progetto di GARGANO e DAUNIA: promuovere e sviluppare le potenzialità del territorio con metodi innovativi in grado di accrescere la competitività sul mercato, potendo contare sui punti di forza ovvero le bellezze naturali, artistiche ed enogastronomiche. E’ quanto emerso nell’incontro tra marketing manager e operatori per spiegare come raggiungere questo ambizioso risultato: la creazione di un brand territoriale per la provincia di Foggia, GARGANO E DAUNIA, in modo da rispondere alla necessità sempre più urgente di realizzare un sistema che metta in rete aziende, albergatori e strutture turistiche della provincia sotto un unico marchio rappresentativo del territorio.
GARGANO E DAUNIA, progetto concepito da Rete del Mediterraneo e realizzato dall’azienda Intuizioni Creative di Foggia e implementato con CDP Service di San Severo, è l’unico BRAND che si avvale di strumenti tecnologici come un sito e un’app, per offrire al turista, con un semplice click, l’opportunità intraprendere un viaggio a 360 gradi alla scoperta dei luoghi, dei sapori, e con la possibilità di prenotare e contattare le strutture ricettive della provincia di Foggia. La vera innovazione è presentare al turista un “sistema integrato” tra esperienze turistiche, albergatori e ristoratori. All’incontro nel capoluogo, moderato da Filippo Santigliano, responsabile della Redazione della “Gazzetta del Mezzogiorno”; Angelo Presenza dell’Università del Molise; Enzo Dota, Delegato Regionale AssoretiPMI Puglia Presidente della Rete del Mediterraneo; Costanzo Dragano, presidente Assoalbergatori; Marino Masiero, responsabile società di gestione del Porto Turistico di Rodi Garganico; Augusto De Benedictis, direttore generale BCC di San Giovanni Rotondo. Presenti anche albergatori, ristoratori, titolari di agriturismi e B&B, guide turistiche: si sono “riforniti” di indirizzi programmatici da sviluppare in questo nuovo percorso facendo leva sulle strategie innovative a disposizione del turismo locale.
Speranza ha illustrato la situazione attuale indicando anche le priorità del comparto, con particolare attenzione alla concorrenza sempre più forte che arriva dall’altra sponda dell’Adriatico, Croazia e Slovenia in primis. Con un invito: integrarsi e “allacciarsi” nella nuova rete proposta da “Gargano e Daunia”. “Unico modo – ha ribadito – per venire incontro alle esigenze dell’industria turistica locale che ha bisogno di boccate d’ossigeno”. Dota ha sottolineato come funziona e l’importanza della Rete che sta alla base del brand territoriale “Gargano e Daunia”. Partendo dalla sua nuova esperienza al porto turistico di Rodi Garganico, l’imprenditore veneto Masiero ha tracciato una panoramica sull’attuale momento turistico locale garantendo l’impegno per una promozione più integrata e con sistema di tutta l’area su cui gravita la zona portuale. Anche Dragano ha sottolineato l’impegno degli operatori alberghieri ad addivenire a una intesa su come mettere insieme le potenzialità del progetto. A De Benedictis è spettato il compito di illustrare l’apporto che il sistema bancario, e nella fattispecie la Bcc di San Giovanni Rotondo, può garantire all’imprenditoria turistica locale. Anche Ferrovie del Gargano ha ribadito il suo impegno per il territorio, convinta più che mai di sostenere il progetto del brand territoriale “Gargano e Daunia”.
Infatti diverse aziende del territorio, tra cui Ferrovie del Gargano e Rete del Mediterraneo hanno individuato in GARGANO E DAUNIA questa possibilità scegliendo, insieme a tante altre realtà, di esporre il brand nelle proprie campagne di comunicazione.