A Cagnano Varano, torna il festival “Cavù”: il 6 e 7 agosto

CAGNANO VARANO – Questa mattina, nell’Aula Consiliare di Palazzo Dogana, a Foggia, è stato presentato “Cavù”, festival organizzato dalla Pro Loco e dal Comune di Cagnano Varano, giunto alla quinta edizione.
“Cavù” animerà gli spazi urbani del borgo garganico il 6 e 7 agosto prossimi con concerti musicali, visite guidate, spettacoli ed eventi legati all’eno-gastonomia.
Ad illustrare i particolari della manifestazione, c’erano la Presidente della Pro Loco di Cagnano, Sara Scirocco –accompagnata da un altro esponente della Pro Loco, Samuele Scirocco- e l’Assessore alle Politiche Culturali e al Turismo del Comune di Cagnano, Michele Coccia, che rappresentava l’Amministrazione assieme all’Assessora comunale al Welfare Mattea Draicchio.
Cavùgode del patrocinio morale di Regione Puglia, Provincia di Foggia, Ferrovie del Gargano, GAL Gargano, Puglia Promozione, Parco Nazionale del Gargano e Apulia Digital Maker.
Il “main sponsor” è “Di Cataldo Frutta”, che sarà affiancato dagli altri sostenitori WindorTech, Ma.De Appalti, ITS Apulia Digital Maker, Co.Ge.Mar., Petrolgas, Studio Di Pumpo ed Elektrosaem Vico.
Nella presentazione è stata sottolineata la presenza tra i partner dell’Istituto Tecnico Superiore “Apulia Digital Maker”, che ha sede a Foggia ma da un anno ha aperto una succursale a Cagnano: un segno concreto della collaborazione con le agenzie formative del territorio.
Dopo i saluti porti a nome del sindaco Michele Di Pumpo, l’assessore Coccia ha aperto il suo intervento con una metafora: «Stiamo lanciando un messaggio forte da cinque anni: “Cavù” è un abbraccio per accogliere i visitatori a Cagnano.  E per realizzare questo abbraccio l’Amministrazione può contare sul comportamento esemplare di tanti ragazzi, della Pro Loco e del paese, che mettono a disposizione il loro tempo volontariamente, che stanno facendo un lavoro enorme per valorizzare la propria terra. Per questo, il Comune non solo apprezza il loro impegno, ma è al loro fianco per un evento che rappresenta una opportunità di crescita. La loro forza, la nostra forza, sono il cuore, l’amore per la città, la voglia di collaborare per proporre tutte le nostre ricchezze artistiche, storiche, paesaggistiche. Sono tante e il pubblico deve solo avere l’opportunità di conoscerle, per alimentare un turismo distribuito in diversi periodi dell’anno che deve essere una risorsa primaria della crescita del paese»-
«Da piccolo evento territoriale -ha detto la Presidente Scirocco- “Cavù” si è trasformato in un vero e proprio festival che punta a mettere in luce le bellezze del nostro centro storico e dei dintorni. La nostra è una Pro Loco composta da giovani entusiasti del proprio territorio che ha compreso l’esigenza di fare rete con gli attori istituzionali ed altre realtà culturali e produttive per movimentare la realtà economica cittadina. E in questo i giovani devono avere un ruolo attivo. Per la manifestazione di quest’anno, abbiamo voluto scegliere un tema come la “magia”, lanciando anche l’hashtag #riaccendiamolamagia, proprio per andare incontro alle esigenze delle persone che, dopo lunghi mesi di isolamento parziale o totale in casa per la pandemia, hanno bisogno stare in spazi aperti e di sognare, magari con l’aiuto della magia. Il nostro centro storico possiede già una sua magia intrinseca, ma ci stiamo dando da fare con allestimenti particolari ad arricchirne il fascino: piante e poesie dipinte a mano saranno disseminate nei vicoli e nelle scalinate del centro storico, sono previste performance di video-mapping sul palazzo Baronale e sulla Chiesa Madre di santa Maria della Pietà oltre a performance di “sand art”, la scultura realizzata con la sabbia; il tutto accompagnato dalla musica».
Tutti concordi sull’obiettivo da raggiungere: la promozione del territorio di Cagnano Varano e la valorizzazione delle bellezze culturali, ambientali ed enogastronomiche locali.
Ma con uno specifico interesse: animare l’economia del territorio per mantenere vitale la comunità e creare occasioni di lavoro per le giovani generazioni che devono avere la garanzia di un futuro prospero per non cercare altrove opportunità di crescita.
Nei due giorni di “Cavù”, le visite guidate (che inizieranno dalle ore 17) permetteranno di conoscere il centro storico di Cagnano Varano. Dalle 20, poi, si apre l’EXPO delle produzioni enogastronomiche e artigianali locali. Nel frattempo, le strade e le piazzette del centro storico saranno animate da concerti musicali.
Venerdì 6 agosto si esibiranno band di ispirazione prettamente folkloristica e popolare: “Alfabeto Runico”, “I ciarlatani”, “Sud Folk” – progetto “Figli di Puglia”, “Buena Onda”, “Tarant Folk”, “Sound Folk”, “Mulieres Garganiche”. Mentre sabato 7 agosto sarà la volta di band che propongono altri repertori, proprio per andare incontro ai diversi gusti musicali: “Idea Band”, “I l’utm’ brgant”, Vito Di Sciglio, “The Wahles”, “Unpreagged”, “Beat Different”, Onda Radio Italia.
Tutti gli eventi saranno organizzati nel rispetto delle norme vigenti per il contrasto alla diffusione del Covid.

CATEGORIES
TAGS
Share This