A San Severo i “Suoni Migranti” di Giorgio Albiani e Filomena de Pasquale

SAN SEVERO – Si svolgerà domenica 27 marzo il prossimo spettacolo organizzato dall’associazione Amici della Musica di San Severo. Ospiti della rassegna musicale il Counterpoint Duo, composto da Filomena De Pasquale al flauto e Giorgio Albiani alla chitarra con lo spettacolo Suoni Migranti. Il concerto si terrà presso l’Auditorium della chiesa Sacra Famiglia alle ore 20.30 (porta ore 20).
Un viaggio musicale attraverso le musiche di Machado, Boutros, Sanz, Ibert, Santucci e Piazzolla che parte dal Sudamerica e arriva al Caucaso percorrendo suoni antichi e contemporanei per una serata ricca di fascino e di magia.
“Suoni Migranti” condurrà l’ascoltatore alla ricerca di quella dimensione sonora intima e profonda, nella quale il potere benefico del suono e della musica, ritenuto fin dalle antichità in grado di guarire e ricondurre l’uomo dagli Inferi sulla Terra, trova la sua dimensione e il suo motivo di essere più profondo.
Non importa il luogo, né il tempo in cui nacque un suono, un autore, un pensiero musicale: quello che conta, per il Counterpoint Duo, nel progetto “Suoni Migranti”, è appunto che il suono viaggi nello spazio e nel tempo stesso, senza altro filo conduttore oltre a quella particolare atmosfera che si vuole evocare.
L’evento è patrocinato dal Ministero della Cultura, la Regione Puglia – Assessorato dall’Industria Turistica e Culturale e con la Città di San Severo – Assessorato alla Cultura.


Filomena de Pasquale, pugliese, si è diplomata in flauto presso il Conservatorio di Foggia, con il M° Laurent Masi, proseguendo poi gli studi dello stesso strumento frequentando numerosi master, in Italia e all’estero. Ha partecipato a manifestazioni, concorsi e audizioni, dedicandosi sin da giovanissima, ad intensa attività concertistica, soprattutto in ambito classico, estendendo poi la ricerca nel jazz, su sollecitazione di Adriano Mazzoletti, capo struttura di Radiorai, musicologo ed autore di diverse celebri trasmissioni, durante le quali si è esibita in diretta con formazioni da lei create e gestite per lunghi archi temporali. Vincitrice del concorso a cattedre per lo strumento di flauto nei Conservatori di Musica di Stato, nel 1992, posizionandosi all’ottavo posto, è stata titolare a Messina, a Trapani, Vibo Valentia, Salerno e Foggia e, dal 2002, è a Cesena, presso il Conservatorio “Bruno Maderna”. Amica di Lucio Dalla, nel 1995 intuì la possibile utilizzazione delle sue musiche in versione classica e allestì, nello stesso anno, un grande spettacolo al Palasport di San Severo, utilizzando un’orchestra, da lei formata, e per l’occasione diretta da Fausto Pedretti, e il coro del “Petruzzelli” di Bari, diretto da Elio Orciuolo. L’evento, a detta dello stesso Dalla, intervenuto con un concerto nel concerto, segnò una significativa svolta nella produzione dell’eclettico autore. Nello studio dello stesso Dalla ha inciso un CD per la Fonoprint con la formazione “Filomena de Pasquale & Swing Group”. Con quella formazione ha tenuto numerosi concerti e ha partecipato a rilevanti rassegne, tra le quali, ad esempio, Lago Maggiore Jazz, esibendosi, tra l’altro, con Toots Thielemans. In precedenza, aveva prestato la sua collaborazione a diverse Orchestre, tra le quali, ad esempio, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, Società Aquilana dei Concerti-Barattelli. Di recente, ha tento un concerto a Manhattan nel quadro delle celebrazioni dell’anno della cultura italiana negli USA. Ma le migliori energie artistiche ed organizzative sono state spese e tuttora vengono profuse per la formazione di ensemble dedicati alla ricerca sonora intorno al flauto e sulle tracce di percorsi musicali di contaminazione.

Giorgio Albiani, diplomato con dieci e lode al Conservatorio, si perfeziona con il grande Maestro Alberto Ponce presso l’Ecole Normale de Musique di Parigi dove vince il I° premio con menzione al Concour d’Exécution e l’anno seguente al Concours de Concertisme; consegue la laurea magistrale in Composizione, musica e nuove tecnologie al Conservatorio di Firenze. Compone colonne sonore per il teatro collaborando con attori quali Simona Marchini, Manuela Kusterman, Sandro Lombardi, Davide Riondino e pubblica per Garzanti, Materiali Sonori, Rai e Mediaset. Ottiene premi della critica come il Lira Gillar svedese e la Nomination al Peer Raben Music award del SoundTrack_Cologne 8.0 – 2011. Come solista si e’ esibito in teatri e sale come il Theatre Du Forum Des Halles, Centre Pompidou, Salle Cortot, la Morgan Library di New York, Sala Nervi in Vaticano, l’Oratorio del Gonfalone di Roma. Collabora tra gli altri con l’Ensemble de Guitares de Paris, DuotanGO, Take4, il quartetto d’archi Fone’ e con il sassofonista Francesco Santucci, I° sax Orchestra della Rai di Roma. In ambito etnomusicologico, e’ arrangiatore e chitarrista, del trio vocale i Viulàn, con i quali vince un Disco d’Argento EMI e il II° premio al prestigioso Concorso Unesco Sharq Taronalari di Samarcanda, tra oltre quaranta gruppi provenienti da altrettanti Paesi del mondo. I Viulàn si sono esibiti tra gli altri al Festival di Edimburgo, Festival delle Dolomiti, Festival Musiques Sacrées du Monde di Fès ed hanno registrato per Rai, Warner, EMI e BBC. E’ direttore artistico di DIMA International Music Academy, che ha sede nella casa natale di Francesco Petrarca ad Arezzo e che oltre a sviluppare un progetto didattico di alto profilo, con Armonica Onlus di Marco e Monica Morricone, porta avanti un innovativo progetto di didattica e ricerca su Musica e Salute, in collaborazione con Istituto Superiore di Sanità, Siae e Fondazione Casa dello Spirito e delle Arti.

INGRESSO CONSENTITO SOLO CON GREEN PASS RAFFORZATO E MASCHERINA FFP2

CATEGORIES
TAGS
Share This