Al CRD Storia Capitanata di San Severo una serata in onore di Pasquale Corsi

SAN SEVEROUna serata in onore di Pasquale Corsi, presidente della Società di Storia Patria per la Puglia: è il prossimo appuntamento con il CRD – Centro di Ricerca e Documentazione sulla Storia della Capitanata di San Severo da anni attivo sul territorio per la ricerca e la promozione della cultura storica. Si terrà il 3 giugno, alle ore 18.30, presso la Biblioteca “Nardella” del Convento dei Cappuccini di San Severo.
Alla conferenza interverranno Dina Contò Orsi, Presidente del CRD, e Giuseppe Clemente, Presidente Onorario CRD. Pasquale Corsi terrà una Lectio magistralis sul seguente tema: “È cambiato quel che doveva restare, è rimasto quel che doveva cambiare. Politica e società negli scritti di Nino Casiglio”. Nel corso della conferenza spazio anche ad un momento musicale con il Duo composto da Antonio Pennacchia al violino e Giampaolo Paragone alla tastiera.
Pasquale Corsi è nato a San Severo, si è laureato con lode in Lettere classiche presso l’Università di Bari. È stato incaricato e poi professore associato nelle Università di Bari e di Chieti ; da circa trent’anni è ordinario di Storia medievale nella Facoltà di Lettere e Filosofia di Bari, dove insegna anche Storia bizantina. Ha tenuto anche seminari e cicli di lezioni nella Pontificia Facoltà Teologica Pugliese e nelle Università di Buenos Aires e di Conception dell’Uruguay. Fa parte del “Centro Interuniversitario di Studi delle Culture Adriatiche”, del “Centro di Studi Storici della Chiesa di Bari” e di altri Centri culturali e di ricerca. È socio fondatore della Associazione internazionale per i rapporti con il Vicino Oriente, denominata ENEC (Europe Near East Center). È inoltre socio dell’Accademia Angelica Costantiniana di Roma. Attualmente è vicepresidente della Accademia Pugliese delle Scienze. È componente del comitato di redazione di numerose riviste di ambito storico, regionali e nazionali ; è membro del collegio dei docenti del Dottorato di ricerca in Storia medievale presso l’Università di Lecce; è presidente della giuria del Premio Capitanata. Ha finora al suo attivo circa quattrocento pubblicazioni, tra volumi e saggi, cui si aggiungono numerose recensioni e vari scritti di carattere letterario e giornalistico; ha inoltre curato l’edizione di undici volumi di Atti di Convegni, da lui organizzati e diretti. Nell’ambito delle sue ricerche scientifiche, ha sempre privilegiato le indagini sulla storia del Mezzogiorno nel Medioevo, sui rapporti tra l’Oriente bizantino e l’Occidente latino, sulla storia della Chiesa e sulle fonti documentarie pugliesi. Un altro settore di ricerca, collaterale a quelli principali, ha riguardato il mito e la memoria del Medioevo nella letteratura moderna e contemporanea. Ampio spazio è stato poi riservato agli studi di storia patria, inseriti nel contesto delle vicende coeve e nella più ampia prospettiva cronologica e critica.

CATEGORIES
TAGS
Share This