Cerignola, sequestrate 5500 bottiglie di bevande alcoliche contraffatte e pericolose per la salute

CERIGNOLA – Sequestrate circa 5500 bottiglie di bevande alcoliche con contrassegni di Stato ed etichette contraffatte. I finanzieri della Compagnia di Cerignola, in collaborazione tecnica con l’Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e Repressione Frodi dei prodotti agroalimentari di Bari e con gli Uffici dell’Agenzia delle Dogane di Bari e Foggia, hanno scoperto e sequestrato in 3 autoparchi della periferia della città Ofantina le bottiglie di bevande alcoliche risultate contraffatte e pericolose per la salute pubblica. Infatti dai campioni sottoposti ad esami di laboratorio è emersa la presenza di sostanze non idonee al consumo umano.
Le falsificazioni scoperte hanno riguardato famose etichette di bevande alcoliche tra cui i marchi Moët & Chandon® e Rum Don Papa® ma anche preparati alcolici per cocktail e bevande alcoliche di largo consumo con sottrazione al pagamento dell’imposta sull’alcol (accisa).
I soggetti controllati sono stati segnalati alla Procura della Repubblica del Tribunale di Foggia, a vario titolo, per i reati di contraffazione, alterazione o uso di marchi o segni distintivi, commercio di sostanze alimentari adulterate e contraffatte, sottrazione all’accertamento ed al pagamento dell’accisa sull’alcol e sulle bevande alcoliche, uso di contrassegni di Stato contraffatti.

 

 

CATEGORIES
TAGS
Share This