Foggia, aggiornamento scientifico nel reparto di oculistica

Foggia, aggiornamento scientifico nel reparto di oculistica

Foggia – Il reparto di Oculistica degli Ospedali Riuniti di Foggia è stato protagonista di una giornata di aggiornamento scientifico, nell’ambito del progetto IDEA (Inflammation & Dry Eye Awareness).

Il meeting, che si è svolto presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Ospedali Riuniti di Foggia, grazie alla collaborazione del reparto di oculistica, diretto dal Professore Nicola Delle Noci, è stato realizzato grazie al coordinamento scientifico della Professoressa Cristiana Iaculli.

All’incontro hanno partecipato circa quaranta medici del territorio, che hanno avuto l’opportunità di seguire gli interventi di specialisti dell’oftalmica pugliese, in ordine di intervento, hanno presentato gli specialisti: Giuseppe D’Amato, Angela Spagnoli, Silvio Di Monaco, Marilisa Scudieri, Francesca Granieri, Antonio Barone, Marco Loiodice, Marilisa Ercole, Valeria Bux, Isabella Turco e Cristiana Iaculli.

Il progetto, realizzato grazie al contributo non condizionato di Bausch + Lomb, storica azienda del settore oftalmico, che da sempre investe in innovazione, nasce con l’obiettivo di offrire a specialisti e medici del territorio uno spazio di confronto e aggiornamento sulle più recenti novità in campo oftalmico, con lo scopo di metterli nelle condizioni di fornire ai propri pazienti le terapie più adatte alla loro condizione.

Il progetto IDEA, nato ad Aprile a Roma, sta ora attraversando l’Italia facendo tappa nei centri oftalmici più autorevoli del territorio nazionale.

L’obiettivo è quello di promuovere il confronto tra specialisti di rilievo nazionale e medici del territorio, con lo scopo di guidarli nell’individuazione del percorso terapeutico più adatto alle diverse esigenze dei pazienti ed ai differenti stadi delle patologie.

Durante l’incontro sono state prese in esame due importanti tematiche che da sempre coinvolgono la pratica clinica oftalmologica: infiammazione e secchezza oculare.

“L’evento ha avuto un grande successo” afferma la Professoressa Iaculli, che aggiunge: “Quello che relatori e  partecipanti hanno maggiormente apprezzato è la formula che unisce relazioni frontali di aggiornamento scientifico a momenti di confronto e discussione. E’ grazie a incontri come questi che possiamo unire le nostre esperienze per stabilire come offrire un servizio sempre migliore ai nostri pazienti.”