Foggia, crollo via Ferrante Aporti: una discarica in pieno centro

La protesta dei residenti

FOGGIA – Sono ormai trascorsi sette anni dal crollo di via Ferrante Aporti, in cui perse la vita un operaio impegnato a ristrutturare un fabbricato, ma tutto è ancora fermo. Il tempo si è fermato a quel 19 novembre 2014 e si cercano ancora i responsabili di quanto accaduto all’operaio nel crollo del cantiere. Da allora l’area è sotto sequestro, recintata e chiusa al traffico. Diversi gli appelli e le segnalazioni dei cittadini in tutto questo tempo, ma nessun risultato: la zona è diventata una discarica a cielo aperto, maleodorante, piena di topi, scarafaggi, immondizia e insetti. E il tutto in pieno centro cittadino.
Questa mattina i residenti della zona hanno protestato con una serie di striscioni: «Vergogna siamo stati abbandonati, da 7 anni in questa discarica del centro, via Ferrante Aporti vuole respirare e tornare a vivere. Solo rifiuti, feci e topi».

CATEGORIES
TAGS
Share This