Green Pass, obbligatorio dal 6 agosto: cosa si può fare

Obbligatorio dal 6 agosto il Green Pass per svolgere determinate attività come introdotto ieri nel nuovo decreto del Governo Draghi. Avranno diritto a ottenere la certificazione verde tutte le persone che abbiano ricevuto almeno una dose di vaccino (validità 9 mesi), o che siano guariti dall’infezione da Sars-Cov-2 (validità sei mesi), o che abbiano effettuato un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo nelle 48 ore antecedenti.
Il certificato servirà per le consumazioni al tavolo al chiuso in ristoranti e bar, non sarà invece necessario per il servizio al bancone. Servirà inoltre per spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi; musei, luoghi della cultura e mostre; piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, solo a chiuso; centri culturali, centri sociali e ricreativi al chiuso; sagre e fiere, convegni e congressi; centri termali, parchi tematici e di divertimento; attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò, concorsi pubblici. Sono esclusi i centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione.
Per chi viola le regole c’è una sanzione da 400 a 1000 euro sia a carico dell’esercente sia dell’utente. Se le violazioni si ripetono in 3 giorni diversi, l’esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni.

CATEGORIES
TAGS
Share This