Il pop raffinato e soave di Simona Molinari al Teatro Verdi di San Severo

SAN SEVERO – Grande attesa per il concerto di Simona Molinari, che torna sulla scena con la sua eccezionale vocalità e raffinatezza nella versione più intima e libera di sé, a seguito di un’evoluzione personale e una rivoluzione artistica. Il concerto, che rientra nel ricco cartellone della 53esima stagione concertistica dell’Associazione Amici della Musica, si terrà il prossimo 6 maggio al Teatro Verdi di San Severo alle ore 21:00 (porta ore 20:30).
Dopo otto anni di assenza dalla scena discografica, il primo aprile è uscito “Petali” il nuovo album della cantante nata a Napoli e cresciuta a L’Aquila. I nove brani, valorizzati dalla produzione di Fabio Ilacqua, sono attraversati da un’evidente idea di rinascita: questi anni di pausa sono serviti a Simona proprio per cercare e trovare una nuova strada pur continuando a esibirsi in giro per l’Italia e non solo; l’artista ha esplorato anche nuovi mondi per esprimersi, si è presa una pausa per diventare madre e ha anche recitato nel film “C’è tempo” di Walter Veltroni.  Il suo nuovo album segna un passaggio importante nella sua carriera: il caratteristico stile jazz/swing del passato si è trasformato in un pop elegante e più intimo, con la sua inconfondibile voce che si muove all’interno di una cornice musicale curatissima.
«Siamo felici di ospitare una grande artista che ha appena inaugurato il tour al Blu Note di Milano, tempio sacro della musica jazz. La nostra l’unica data in Puglia che rimarca la qualità delle programmazioni e la stima che artisti di spessore rivolgono all’Associazione Amici della Musica. Non vediamo l’ora di ascoltarla dal vivo», commenta Gabriella Orlando, Presidente dell’Associazione.
Su nove brani ben tre portano la firma di Simona e sono Il solito viavai, Un libro nuovo e La tua ironia. «Per presentare il disco ho deciso di incontrare il pubblico in quattro instore organizzati nelle città del mio cuore: Napoli – le mie radici e dove tutt’ora vive la mia famiglia di origine – Roma, L’Aquila dove ho vissuto e Milano dove mi sono stabilita e abito con mio marito Giovanni Luca e la mia bambina Anita», ha dichiarato al quotidiano La Stampa.
L’evento è patrocinato dal Ministero della Cultura, la Regione Puglia – Assessorato dall’Industria Turistica e Culturale e con la Città di San Severo – Assessorato alla Cultura.

Biglietti in vendita al botteghino del Teatro dalle ore 10.30 alle ore 12.00 e dalle ore 18.30 alle 20.


Simona Molinari si avvicina al mondo della musica sin da giovanissima, iniziando a studiare canto all’età di otto anni, per poi concentrarsi dapprima sulla musica leggera e sul jazz, e in seguito sulla musica classica, fino a raggiungere il diploma al Conservatorio Alfredo Casella dell’Aquila. Nel 2007 inizia a lavorare ad un progetto jazz-pop ed esordisce in campo teatrale, collaborando ad alcuni progetti firmati dal compositore e autore Davide Cavuti con protagonisti gli attori italiani Michele Placido, Edoardo Siravo e Caterina Vertova, ed è interprete della versione italiana del musical Jekyll & Hyde. Nel dicembre 2008 si aggiudica la vittoria del concorso Sanremolab ottenendo così la partecipazione al Festival di Sanremo 2009. Il brano con il quale la cantante gareggia nella categoria Nuove Proposte è Egocentrica che nel corso della terza serata viene interpretato in duetto con Ornella Vanoni. Il brano da il titolo all’album d’esordio che esce durante il Festival. Il 21 giugno 2009 è una delle protagoniste di Amiche per l’Abruzzo, concerto evento allo stadio San Siro di Milano. La registrazione dell’esibizione viene inclusa nel DVD Amiche per l’Abruzzo, pubblicato ad un anno di distanza dall’evento omonimo. Nel frattempo il brano Egocentrica, viene inserito tra i sei finalisti della seconda edizione del Premio Mogol e riceve il Premio Lunezia Nuove Stelle per il valore musical-letterario del suo album d’esordio. A giugno 2010 Simona Molinari torna a collaborare con Ornella Vanoni, che partecipa al suo singolo Amore a prima vista poi incluso nel secondo album dell’artista, Croce e delizia, pubblicato il 22 giugno 2010 che vede anche la partecipazione di Fabrizio Bosso e dei Solis String Quartet. Nel maggio 2010 Simona Molinari viene premiata come miglior Giovane Artista ai Wind Music Awards e a luglio dello stesso anno riceve per la seconda volta il Premio Lunezia, assegnatole questa volta nella categoria Jazz d’autore per il brano Amore a prima vista. Nello stesso anno è impegnata con un tour asiatico. Ha tenuto ulteriori concerti a Parigi, Montreal, Pechino, Ginevra e Rio de Janeiro ed al Blue Note di Tokyo. Il 28 maggio 2011, nell’ambito dei Wind Music Awards, riceve il Premio Confindustria Cultura Italia FIMI, AFI e PMI. E in quell’occasione presenta in anteprima il singolo Forse, realizzato in collaborazione con il jazzista di Hong Kong Danny Diaz. Il singolo è seguito da In cerca di te, reinterpretazione in coppia con Peter Cincotti di Perduto amore, brano del 1945 di Eros Sciorilli e Gian Carlo Testoni. Sia Forse che In cerca di te figurano nel terzo album della cantante, Tua, uscito il 18 ottobre successivo. Nel 2013 Partecipa al Festival di Sanremo in coppia con Peter Cincotti insieme al quale presenta Dr. Jekyll Mr. Hyde e La felicità.Il 14 febbraio 2013 esce il quarto album, Dr. Jekyll Mr. Hyde, anch’esso realizzato con la collaborazione di altri gruppi e artisti quali il gruppo torinese The Sweet Life Society, ancora Cincotti, Gilberto Gil, Roberto Gatto e quella particolare con il pianoforte proprio dello stesso Lelio Luttazzi.

Per informazioni: 329.1286673 – 348.6628775

CATEGORIES
TAGS
Share This