La Cestistica a Cento per dimenticare una settimana travagliata

La Cestistica a Cento per dimenticare una settimana travagliata

Difficile trasferta alla Milwaukee Dinelli Arena di Cento per la Cestistica San Severo, nel match valido per la settima giornata del campionato di serie A2 di pallacanestro.

Coach Luca Bechi non avrà a disposizione Keron Deshields che, come un fulmine a ciel sereno, martedi scorso ha abbandonato i “neri”.

Una perdita importante per il team sanseverese che, in un colpo solo, deve fare a meno di uno dei due americani, del play titolare e di una rotazione importante.

Ovviamente il riferimento è al giocatore ammirato nelle partite vinte con Fabriano e la Stella Azzurra Roma e non a quello delle ultime due uscite.

I padroni di casa, tra le mura amiche, dopo la sconfitta nella partita inaugurale con la OraSì Ravenna, ha vinto gli altri due impegni sempre con due punti di vantaggio: 82-80 con la Tezenis Verona e 65-63 con la Benacquista Latina.

Bechi torna da ex a Cento, dove ha allenato nella stagione 2018/19, culminata con la retrocessione in serie B.

“La partita di domenica ci vede affrontare una squadra solida e compatta – commenta Bechi – la cui vittoria in trasferta con la Stella Azzurra Roma ne ha palesato il valore. La Tramec ha a disposizione una squadra di qualità ed esperienza, che ha dimostrato di tenere testa alle formazioni più attrezzate del girone. Dal canto nostro, oltre a due buone vittorie, adesso veniamo da due sconfitte di fila e abbiamo tanta voglia di riscattarci. C’è bisogno di giocare una partita solida e accorta, basata sulla gestione del ritmo. Per me tornare a Cento sarà una bella emozione ma, una volta alzata la palla a due, è giusto che ognuno tifi i propri colori”.

I sanseveresi hanno bisogno di tornare alla vittoria per risollevarsi in classifica, dove sono scesi nelle zone pericolose. Sarà importante sia per il bottino che per il morale e per buttarsi alle spalle un periodo negativo.

Salto a due alle ore 18, con la direzione arbitrale affidata a Gabriele Cagno, Moreno Almerigogna e Edoardo Ugolini.

CATEGORIES
TAGS
Share This