Le pagelle della quarta vittoria stagionale della Cestistica San Severo

Le pagelle della quarta vittoria stagionale della Cestistica San Severo

La Cestistica San Severo batte anche la Benacquista Latina (80-78 dts) e conferma il suo cammino da … doppietta. Dopo due sconfitte nelle prime due giornate sono arrivate due vittorie in quelle successive, quindi due sconfitte e, negli ultimi due turni, due vittorie. Dopo l’affermazione a Cento è arrivata la seconda vittoria casalinga, che porta i “neri” nelle zone nobili della graduatoria. Al quinto posto, alle spalle di formazioni costruite per provare il salto di categoria.

Ancora una volta la palma di migliore in campo spetta a Ty Sabin, indemoniato nel finale del match.

Le pagelle:
Ty Sabin 8. Parte forte, troppo forte. Latina lo imbriglia fino al 35’. Il finale è tutto suo. Canestri a ripetizione con una facilità impressionante anche con il difensore addosso. Il pubblico si stropiccia gli occhi e se lo gode. Finalmente una americano da sogno.
Michele Serpilli 7,5. Mette due canestri consecutivi per la rimonte nell’overtime. Freddezza e precisione aggiunti ad una partita di buonissimo livello.
Lorenzo Tortù 7,5. Sembra un veterano e gioca con una serenità impressionante anche nei momenti caldi del match. Segna e chiude bene in difesa.
Matteo Piccoli 7,5. Quella palla recuperata in difesa a fine partita è valsa la vittoria. Legge con quell’attimo di anticipo la linea di passaggio e va a mettersi al posto giusto al momento giusto.
Samuele Moretti 7,5. I numeri non rendono giustizia ad una partita solida e concreta. Quando svetta fra tre avversari e ne esce con il pallone tra le mani capisci che può fare la differenza.
Antonino Sabatino 7. Al cospetto di una vecchia volpe come Marco Passera non fa un passo indietro. Anzi, lo affronta sempre con determinazione ed energia. Spesso ha ragione lui.
Gabriele Berra 7. Mette tre triple chirurgiche e conferma il suo high stagionale per valutazione complessiva. Anche in difesa sa farsi apprezzare.
Goce Petrushevski 5. Non ripete la partita di Cento. Ci sta. Alla sua età è permesso. Ma dal ritorno in palestra dovrà lavorare per migliorare ancora.
Tommaso De Gregori 5. In 10’ tira solo dalla lunetta (2/2). Deve crescere e, nel pitturato, deve farsi sentire di più. Sia dai compagni di squadra che dagli avversari.
Matteo Chiapparini s.v.
Alessandro Bertini s.v.
Antonio Mario Miale s.v.
Coach Luca Bechi 8. Ha avuto tanto da lavorare in settimana. Ma per lui non è una novità. Avrà dovuto cambiare registro per tenere la squadra con i piedi per terra, dopo l’euforia per la vittoria a Cento. Deve ripetersi. In partita gestisce bene le rotazioni e il finale di Sabin lo dimostra. Ha fissato il traguardo: a 11 vittorie. Ne mancano 7.

 

CATEGORIES
TAGS
Share This