Le pagelle della Cestistica nel capolavoro di Cento

Le pagelle della Cestistica nel capolavoro di Cento

La Cestistica San Severo sbanca la Milwaukee Dinelli Arena di Cento (75-76) e si butta alle spalle una delle settimane più complicate di questa stagione.
Tutti i venti erano sfavorevoli ai “neri” di coach Luca Bechi. Innanzitutto le classiche insidie di una trasferta, a cui si aggiunge la forza di una formazione, quella biancorossa, in un buon momento fisico e mentale. La ciliegina sulla torta, però, è arrivata martedì scorso, con l’improvviso abbandono di Keron Deshields.
Ma capitan Piccoli e compagni sono partiti alla volta della Romagna convinti di poter dire la loro e, perché no, di piazzare il colpaccio.
La squadra, paradossalmente, ha dato l’impressione di essersi liberata di una limitazione. Tutti hanno dato quel qualcosa in più, che ha prodotto la terza vittoria stagionale.
Le pagelle:
Ty Sabin 8. Sembra aver detto: “manca un americano? Qual è il problema? Farò per due”. Ha devastato la difesa centese e trascinato la squadra alla vittoria. Con la migliore prestazione in campionato inizia ad assumere i connotati di un lusso per la categoria. I tifosi ne chiedono già la … santificazione.
Samuele Moretti 7,5. Sfiora la “doppia doppia”, con 14 punti e 9 rimbalzi. Finalmente si sblocca anche in attacco e diventa un fattore nelle due fasi di gioco. Anche lui ritocca il suo “high” di campionato.
Goce Petrushevski 6,5. Ancora un passo avanti. Cresce ancora e dimostra di poter tenere il campo. Ripaga la fiducia del coach, che lo “vedrà” di più in futuro.
Lorenzo Tortù 6. Tutti si chiederanno quanto abbia sudato freddo dopo quel suo tiro a fine partita. Prestazione che va giudicata nel complesso e che ha visto ancora una volta l’ex salernitano tra i protagonisti positivi dei sanseveresi.
Matteo Piccoli 6. Continua a fare quello che le statistiche non segnano. E’ indispensabile per la squadra, come il sole per le piante.
Michele Serpilli 5,5. Non ingrana ancora. Non può essere quello visto fino a Cento. Farlo crescere sarà compito dello staff tecnico. Si può fare.
Antonino Sabatino 6,5. Ha più minuti e più responsabilità. Per i primi è prontissimo per le seconde non è tipo da tirarsi indietro.
Gabriele Berra 6,5. Si iscrive anche lui al club dell’”high stagionale”. 18’ in campo di solito li metteva insieme in un paio di partite. Ha meritato e ci sarà ancora.
Alessandro Bertini 6. C’è spazio anche per lui, che ringrazia e si fa trovare pronto. High stagionale ritoccato e una bella scoperta per il prosieguo della stagione.
Tommaso De Gregori 5. Soffre ancora e chiude la seconda partita consecutiva con valutazione negativa. Non è ancora costante ma saprà riscattarsi ben presto.
Matteo Chiapparini s.v.
Coach Luca Bechi 8. SI è ripreso immediatamente dallo shock della partenza di DeShields. Aveva poco tempo per cambiare la squadra, abbandonata dal suo play titolare. Lo ha fatto in fretta e molto bene. Motivare i giocatori non è stato facile ma, evidentemente, ha saputo toccare le corde giuste ad un gruppo, che ha dimostrato di avere valori importanti sia sportivi che morali. In settimana il registro cambierà radicalmente. Si passerà dal rischio depressione al rischio euforia. Ora bisognerà tenere tutto l’ambiente con i piedi per terra.
Credit foto: Antonio Giammetta – Cestistica San Severo e Vincenzo Spina.

CATEGORIES
Share This