Le pagelle della Cestistica San Severo che strapazza Verona a domicilio

Le pagelle della Cestistica San Severo che strapazza Verona a domicilio

La Cestistica San Severo strapazza a domicilio la corazzata Tezenis Verona (63-96) nell’anticipo della undicesima giornata del campionato di serie A2 di pallacanestro.
I ragazzi terribili di coach Luca Bechi entrano in campo senza alcun timore reverenziale e mettono una seria ipoteca sulla partita già al suono della prima sirena (12-34). Sesta vittoria stagionale con due giornate ancora da disputare al termine del girone di andata. In classifica i “neri” sono al terzo posto, alle spalle delle battistrada Scafati e Ravenna, insieme a Cento (deve recuperare la partita con Chieti), Ferrara, e Chiusi. All’orizzonte ci sono l’impegno casalingo con la Lux Chieti (quasi sicuramente sarà rinviata per quarantena domiciliare degli abruzzesi fino al 23 dicembre) e il primo derby pugliese della storia della serie A2 a Nardò. I tifosi sono autorizzati a sognare la storica qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia, a cui accederanno le prime quattro di ogni girone al termine del girone di andata.
Sul gradino più alto della classifica dei migliori in campo si forma la coppia composta da Lorenzo Tortù e Ty Sabin.
Le pagelle:
Lorenzo Tortù 9. Segna, recupera palle in difesa e butta giù rimbalzi a non finire. Sembra un giocatore della corazzata Verona travestito da giallonero. In 4’ segna 12 punti e manda in confusione tutto il PalaOlimpia di Verona.
Ty Sabin 9. Otto canestri su dieci tiri dall’arco sono un bottino spaventoso anche per il miglior realizzatore di tutta la serie A2. Quelle poche volte che non trova la via del canestro mette sempre un compagno in condizione di segnare facilmente.
Antonino Sabatino 8. Ritocca la sua migliore prestazione stagionale. Alza sempre l’asticella e continua a migliore partita dopo partita. Sente la fiducia del coach e la ricambia con prestazioni sempre più convincenti.
Gabriele Berra 8. Ormai è diventato un cambio di lusso. Nelle ultime tre partite ha sempre chiuso in doppia cifra per valutazione complessiva. E’ in forma.
Samuele Moretti 8. Pensare di lottare nel pitturato con i lunghi veronesi fa venire i brividi a chiunque. A lui no. Gioca con personalità e tecnica da giocatore maturo a dispetto dei 23 anni compiuti da poco.
Matteo Piccoli 8. Già alla ripresa degli allenamenti era convinto di potersela giocare a Verona. Nessuna spavalderia ma sono convinzione nei propri mezzi e in quelli della squadra. In campo è sempre il capitano indiscusso.
Michele Serpilli 6. Buona presenza in campo. Ancora una volta mostra potenzialità non pienamente espresse. Una sua crescita è attesa da lui, dal coach, dai compagni e dai tifosi.
Tommaso De Gregori 5,5. Non entra in partita. In 4’ commette 4 falli. A metà del secondo quarto torna in panchina definitivamente.
Matteo Chiapparini s.v.
Goce Petrushevski s.v.
Alessandro Bertini s.v.
Coach Luca Bechi 9. L’allievo supera il maestro Alessandro Ramagli. Ancora una volta l’avversaria di turno gioca la sua peggiore partita stagionale. Non può essere più un caso. Il suo obiettivo resta la salvezza, per la quale mancano cinque vittorie. Ma potrebbe iniziare a fare un pensierino anche ad altri obiettivi. Per esempio alle Final Eight di Coppa Italia o a qualche giro ai play off.

CATEGORIES
TAGS
Share This