Mascherine anche all’aperto, niente cibo e dj set in strada: l’ordinanza blinda il Natale di Foggia

FOGGIA – Mascherine all’aperto, divieto di consumare cibi e bevande in strada e di qualsiasi forma di intrattenimento musicale o dj set. Vigilia di Natale, e il resto delle festività, dai toni bassi a causa del Covid a Foggia. Le disposizioni entreranno in vigore da domani con l’obbligo di indossare le mascherine «anche all’aperto nelle aree di circolazione riportate: Via Dante; Corso Cairoli; Largo degli Scopari; Vicolo Di Leva; Via Martire; Via Duomo; Piazza Del Lago; Piazza Pericle Felici; Piazza De Sanctis; Piazza Mercato; Piazza Martiri Triestini; Piazza Cesare Battisti; Vicolo Arco Contini, Vicolo Teatro, Piazza Purgatorio, Vicolo Arco Contini, Via Oberdan; Corso Cairoli; Piazza Marconi; Vicolo De Rosa, Corso Garibaldi; Via Torelli; Via Conte Appiano, Via della Repubblica, Via S. Altamura, Via Lanza; Piazza Giordano; Corso Vittorio Emanuele II; Vico Ciancarella; Piazza Federico II; Via Arpi (tratto tra piazza Baldassarre e Museo Civico) e aree limitrofe, Piazza Italia, Piazza Goeppingen, Quartiere Ferrovia (V.le XXIV Maggio, Via Podgora, Via Isonzo, Via Monte Sabotino, Via Montegrappa, Via Monfalcone, Via Monte San Michele, Via Bainsizza, Via Fiume, Via Piave, Via Trento, Via Pola, Via Trieste, Via Gorizia, Via Zara), C.so Giannone, Via Matteotti, C.so Roma, Via Natola, Via Telesforo, Via Nedo Nadi, Via Mandara, Via De Petra, Via G. Gentile, Via D’Addedda, Via Gramsci, Via Rovelli, V.le Pinto, Parco San Felice, V.le Michelangelo, P.zza Padre Pio, P.zza De Gasperi, V.le Fortore, C.so del Mezzogiorno, V.le Di Vittorio, Via Bari».
«Allo stato attuale, l’indice di diffusione del Sars-CoV-2 registra un aumento a livello regionale e nazionale con conseguente incremento dei contagi», si legge in premessa. Pertanto i commissari corrono ai ripari in vista delle prossime festività natalizie quando «si registrerà, nelle strade e piazze del centro della città di Foggia, secondo la tradizione sociale, culturale e religiosa, un intenso afflusso di pubblico, con frequente possibilità di transiti e stazionamenti ravvicinati e costanti di numerose persone che potrebbero venire tra loro in contatto e conseguente impossibilità di garantire il necessario distanziamento interpersonale».
Ancora, «il divieto di allestimento e di svolgimento di qualsiasi forma di trattenimento musicale e diffusione sonora musicale, ivi compresi Dj set ad eccezione delle tradizionali melodie natalizie di sottofondo diffuse all’interno degli esercizi pubblici e relative pertinenze». Vietato, infine, «il consumo all’aperto di alimenti e bevande, ad esclusione dell’acqua, in qualsiasi contenitore, ad eccezione delle pertinenze dei pubblici esercizi oggetto di autorizzazione per l’occupazione di suolo pubblico».
Le violazioni di quanto disposto saranno punite con la sanzione amministrativa pecuniaria da 400 a 1000 euro.

CATEGORIES
TAGS
Share This