Pallacanestro, Cestistica all’insegna del numero due in serie B

Pallacanestro, Cestistica all’insegna del numero due in serie B

San Severo – Sarà il numero due il leitmotiv dell’impegno di domani della Cestistica nel campionato di serie B di pallacanestro. Seconda giornata casalinga consecutiva, dopo la vittoria di domenica scorsa con l’Amatori Pescara (101-65). Seconda partita del girone di ritorno al PalaCastellana. A caccia della seconda vittoria consecutiva, dopo lo stop di Nardò. Ancora una avversaria al secondo posto in classifica, con dieci punti di ritardo, insieme a Recanati.

Una partita da affrontare con le dovute precauzioni per gli uomini di coach Giorgio Salvemini. “Anche se abbiamo vinto in casa loro all’andata – sostiene Ivan Scarponi, alla quinta stagione in giallonero – domani sera non sarà una partita facile perchè da allora sono passati tre mesi e le squadre ora si conoscono meglio. Prevedo una partita durissima e noi, come al solito, daremo il massimo per fare bella figura davanti al nostro pubblico. Loro sono forti ma noi siamo consapevoli delle nostre possibilità”.

Secondo Scarponi i dieci punti di vantaggio in classifica non devono distrarre la formazione sanseverese. “Abbiamo accumulato questo divario – prosegue – grazie ad una prima parte di campionato andato oltre le più rosee previsioni; mi aspettavo una buona partenza ma, sinceramente, non pensavo di chiudere il girone di andata da imbattuti; poi abbiamo perso a Nardò e siamo subito risorti con Pescara”.

Proprio il match di domenica scorsa ha visto, finalmente, una degna cornice di pubblico sugli spalti dell’impianto di viale Castellana. “Mi ha sorpreso vedere solo un migliaio di spettatori nelle partite di andata – ancora Scarponi – ma domenica scorsa c’è stata una bellissima presenza di tifosi, che ci hanno sostenuti sin dal salto a due”.

Tra poco più di un mese la Cestistica disputerà le Final Eight di Coppa Italia, in programma tra Fabriano e Jesi nel primo fine settimana di marzo. “Stiamo lavorando anche in funzione di questo prestigioso appuntamento – sostiene – anche se manca ancora molto tempo; vogliamo andarci per provare ad arrivare fino in fondo perchè società e tifosi meritano questo trofeo sfuggito tre anni fa, per la serie C, all’ultimo secondo. Saranno partite da dentro o fuori e bisogna stringere i denti sin dalla prima con Firenze”.

Domani, con salto a due alle ore 18, arbitreranno Nicola Tammaro di Montecorice (Sa) e Pietro Rodia di Avellino.